Annotazioni di assaggi da prima Anteprima 2020

0

PrimAnteprima 2020 gli assaggi di Stefania Fava per Promowine News

Il 15 febbraio, presso il Padiglione Cavaniglia alla Fortezza da Basso, si è svolta la prima giornata delle anteprime dei vini toscani, protagonisti per tutta la settimana successiva con il Chianti, il Chianti Classico, la Vernaccia di San Gimignano, il Vino nobile di Montepulciano ed il Brunello di Montalcino.
Presenti a questa edizione di PrimAnteprima 2020 i consorzi di Carmignano, Chianti Rufina, Colline Lucchesi, Maremma Toscana, Montecucco, Orcia, Terre di Pisa e Valdarno di Sopra.
Oltre ai banchi d’assaggio, aperti agli operatori del settore nel pomeriggio, sono state organizzate in modo egregio, le degustazioni per i giornalisti con il servizio sommelier, oltre che due degustazioni ad hoc, sempre guidate da sommelier esperti, sul tema del Sangiovese.
Il mondo dei vini toscani conferma anche nel 2019 la sua fondamentale importanza nello scenario italiano, con una produzione annua di 2,1 milioni di ettolitri in media con un valore di quasi un miliardo di euro.

Degustazioni a primaAnteprima Toscana 2020

Degustazioni a primaAnteprima Toscana 2020

La mia personale selezione di assaggi
Consorzio del Chianti Rufina
Ecco pronti all’assaggio i vini di una delle zone di più storiche per la produzione di eccellenze, nell’area più alta e fresca della Toscana, con coltivazioni che arrivano fino a 750 metri di altezza, con un clima che dona una particolare specificità al prodotto, rendendolo molto longevo grazie alle escursioni termiche piuttosto importanti.

2018
1- Fattoria Lavacchio: rosso rubino limpido, media massa colorante, arancia sanguinella, balsamico, tannino impetuoso, fresco ed abbastanza persistente in bocca. 84
2- Frascole: rosso rubino con ancora qualche riflesso porpora, naso speziato e balsamico, rimandi di ribes e polvere di caffè, tannino importante ed assaggio persistente.85
3- Selvapiana: bella luminosità, rosso rubino scarico, consistente ed intenso al naso, piacevolmente complesso. Rosa rossa, ciliegia croccante, al naso attacco leggermente dolce, caffè e chiusura balsamica. All’assaggio entra sottile, per poi esplodere in bocca, tannino presente ma piacevole 90
4- I Veroni: limpido rosso rubino, discreta massa colorante, naso leggermente un po’ contratto, fiori freschi, frutta rossa, persistenza media 85
5- Marchesi Gondi: rosso rubino compatto, potente al naso, ciliegia e ribes freschi, speziatura di vaniglia, tannino dosato, di media persistenza. 85

Lavacchio

Lavacchio

2017
1- Frascole: limpido, rosso rubino scarico, fiori secchi e frutta in appassimento, tannino dosato, di bella persistenza in bocca 88
2- Selvapiana Bucerchiale: piacevolmente limpido, rosso rubino con riflessi granati, naso intenso e complesso, sentori di petali di rosa appassiti, frutta in macerazione, carrube, polvere di caffè e cardamomo. Tannino centrale, entra in bocca potente, persistente al sorso.90
3- Castello del Trebbio: bella luminosità, intenso e complesso, ciliegia in macerazione, viola e rosa verso l’appassimento, speziatura di vaniglia ben dosata, polvere di caffè, tannino ben fatto, persistente in bocca. 88

Castello del Trebbio

Castello del Trebbio

Consorzio tutela vini della Maremma Toscana
La Maremma Toscana Doc conta circa 8700 ettari di vigneto, rappresenta un brand potente ed in continuo sviluppo, per la sua produzione e per il suo territorio con importanti siti turistici e culturali, oltre che, ovviamente, vinicoli ed enogastronomici.

2019
1- Rocca delle Macie Campomaccione.: questo ansonica in purezza, si presenta verdolino tenue, di media intensità e complessità, naso pulito, agrume, pompelmo, biancospino ed erbe aromatiche in chiusura, di media freschezza e sapido. 86
2- Fattoria Montelassi: vermentino in purezza, giallo paglierino scarico, pera e melone bianco, biancospino, timo e sentori minerali. Chiusura piacevolmente sapida. 87
3- Sassotondo San Lorenzo 2015: rosso rubino con riflessi granati, fiori secchi e frutta rossa in macerazione, cardamomo, soffio balsamico, bel tannino, di media persistenza 88
4- MorisFarms Barbaspinosa 2015: piacevolmente luminoso, rosso rubino con riflessi tendenti al granato, naso complesso ed intenso. Bouquet di rosa e viola verso l’appassimento, leggera speziatura di vaniglia, caffè, cioccolato e chiusura leggermente balsamica. Tannino ben dosato e persistente al palato. 89
5- Rocca di Frassinello 2016: rosso rubino verso il granato, naso potente e complesso, petali di rosa in appassimento, carrube, caffè e soffio balsamico finale.Tannino ben fatto, chiude sapido e persistente al sorso.
6- Brancaia 2017: rosso rubino pieno, potente e persistente al naso, arancia sanguinella, rosa sfiorita, ribes rosso e sentori di sottobosco. Buona persistenza al palato, si esprime con un tannino presente ma ben dosato, di chiusura sapida. 88
Consorzio di Carmignano
Il 2019 si impone come una ottima annata, con giudizi positivi espressi dalla critica di settore e dal pubblico in generale, constatandone l’ottimo livello qualitativo.
1- Capezzana Trebbiano 2018: cristallino, giallo paglierino, leggeri riflessi dorati. Naso avvolgente di acacia, ginestra, melone e pera che si riconferma anche al gusto. Di media persistenza, fresco ed abbastanza sapido. 85
2- Capezzana Vino Ruspo 2019: cristallino, piacevole rosa chiaretto, intenso e di media complessità. Sentori di agrumi e fragolina di bosco, rosa e gelsomino, con chiusura di erbe aromatiche, esprime una bocca fresca, di media sapidità e persistenza. 85
3- Le Farnete Barco Reale 2018: rosso rubino piuttosto compatto, di media complessità, rosa ed arancia rossa, ciliegia croccante, chiude con nota balsamica. In bocca fresco, tannino potente e persistente in bocca. 86
4- Capezzana 2010 Villa di Capezzana 10 anni: rosso granato, intenso e complesso al naso, poutpourri di fiori secchi, frutta cotta di arancia e ciliegia, sentore etereo, tannino ancora piacevolmente presente, persistente. 89
5- Le Farnete riserva 2016: rosso rubino intenso tendente al granato, naso potente e complesso, arancia e ciliegia in macerazione, fiori rossi in appassimento, chiodi di garofano e cardamomo. tannino ben fatto, l’arancia si conferma in bocca e di buona persistenza. 89
Consorzio Colline Lucchesi
La zona di produzione comprende i territori dei comuni di Lucca, Capannori e Porcari, di cui il 70% è biologico.
1-Colli di Bordocheo Bianco dell’Oca 2018: azienda a mio avviso rivelazione del Consorzio, Chardonnay, Vermentino e Traminer, di produzione biologica. Cristallino, giallo paglierino, intenso al naso, banana, gelsomino e leggera nota fumè, persistente al sorso, 88
2-Colli di Bordocheo Picchio Rosso 2017: bella luminosità, rosso rubino scarico con leggeri riflessi granati, naso intenso e pulito, ciliegia, chiodi di garofano, polvere di caffè e carrube. Al sorso deciso, tannino di ottima fattura, chiusura sapida e persistente 89
Personalmente, esperienza di altissimo livello, che ben introduce le anteprime del vino toscano, con piacevoli conferme e scoperte inaspettate.

La Fortezza da Basso per prima Anteprima 2020

La Fortezza da Basso per prima Anteprima 2020

 

Condividi.
Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA