L’appetito vien camminando

0

Due giorni di incontri e dibattiti a Spineto per discutere di politiche turistiche e culturali condivise

Camminare fa sicuramente bene. Sta diventando una pratica sempre più diffusa: da soli, in coppia, in piccoli gruppi autogestiti o con una delle innumerevoli associazioni che operano nell’escursionismo. Le motivazioni alla base di questa nuova e sempre più diffusa tendenza sono tante e tutte ugualmente valide: il benessere psicofisico, la curiosità, la scoperta di tesori (paesagistici, naturali, ambiientalii, monumentali) poco conosciuti, ma anche la valorizzazione di giacimenti agroalimentari profondamente legati alla storia e alle tradizioni di una zona.

Insomma la viandanza sta pendendo sempre più piede (è proprio il caso di dirlo) tanto da diventare una tematica strategica per le politiche turistiche e culturali di molti territori. Che richiedono quindi l’attenzione e l’intervento delle amministrazioni locali. Per questo le regioni dell’Italia centrale si danno appuntamento il 18 e 19 ottobre presso l’Abbazia di Spineto a Sarteano, per dialogare in merito alle politiche regionali sui cammini.

L’obiettivo dell’incontro, organizzato dalla Regione Toscana in collaborazione con l’Associazione Europea delle Vie Francigene, è la costruzione di un prodotto turistico complesso qual è il cammino. Sei regioni a confronto (Toscana, Emilia Romagna, Liguria, Lazio, Marche, Umbria) per rintracciare e codificare una metodologia comune sulla gestione dei cammini.

Partendo dalle esperienze e dalle realtà già esistenti (individuate in cinque cammini interregionali “pilota” – Via Lauretana, Via degli Dei, I Cammini di Francesco, Via Matildica del Volto Santo, Via Clodia – e quattro ambiti operativi e strategici – manutenzione, accoglienza, promozione e governance) gli attori di ogni singolo cammino (Regioni, Comuni, Associazioni) potranno confrontarsi per sviluppare una strategia condivisa.

I contributi dei partecipanti e gli impegni presi dalle Regioni confluiranno, alla fine dei lavori, in un documento, la Carta di Spineto, che segnerà le future linee guida per le azioni sui cammini dell’Italia centrale.  

In foto: Da sinistra a destra Marta Eleonori, consigliere della Regione Lazio, Andrea Corsini, Assessore al Turismo della Regione Emilia Romagna, Stefano Ciuoffo Assessore regionale al turismo della Regione Toscana e Fabio Paparelli, Vicepresidente della Regione Umbria.

In foto: Da sinistra a destra Marta Eleonori, consigliere della Regione Lazio, Andrea Corsini, Assessore al Turismo della Regione Emilia Romagna, Stefano Ciuoffo Assessore regionale al turismo della Regione Toscana e Fabio Paparelli, Vicepresidente della Regione Umbria.

Condividi.