i rosati di Toscana recensiti da Barbara Bonaccini

0

Le delizie di Leonardo – Rosé di Toscana del 28 giugno 2018 a Villa Olmi
Recensione della serata e dei vini degustati a cura di Barbara Bonaccini

Rosae rosarum…rosae…chi studiando latino non si è imbattuto nella recita mnemonica della I declinazione? E certo quanto sarebbe stato più facile impararla a memoria se al posto delle desinenze in a, ae etc ci fossero state tante bottiglie di vino…rosato. Eh già perché se anche noi toscani dal sangue rubino (vinosamente parlando) abbiamo a lungo snobbato questa categoria, relegandola a bevanda da turisti accaldati in vacanza sulle nostra costa, dobbiamo ammettere che il vento sta cambiando e che neppure noi siamo più a lungo indifferenti a quelle nuances variamente rosate che fanno sempre più capolino nelle enoteche o nelle stesse aziende della nostra regione. Mettiamoci poi un’estate bollente come la scorsa dove neppure a mezzanotte avresti mai pensato di berti un bicchiere di rosso per accompagnarlo ad un bel pezzo di ciccia e allora si che il richiamo del rosato ha cominciato a farsi sempre più ammaliante. Già perché si fa presto a dire rosato e a catalogarlo come un vinello di poco valore: come ci ha ricordato un produttore, schietto come i vini che produce, se l’uva è matura, bisogna stare attenti a non tenere troppo il mosto sulle bucce perché “una volta che il vino ha preso il colore, non gli si toglie più”. Ergo se vuoi fare un rosato degno di questo nome, devi fare parecchia attenzione: altro che vino fatto così tanto perché della vigna non s’ha da buttar via nulla. E ancora perché rosato o non piuttosto rosati? Gli stili e i colori variano anche quando l’uva è la stessa: c’è chi guarda alla tradizione provenzale con romantiche nuances di rosa tenue che sfiorano il rosa antico o il buccia di cipolla e chi invece preferisce osare sfumature più decise che lasciano presagire una personalità al gusto più da rosso che da bianco.

I produttori toscani di rosati

I produttori toscani di rosati

Tenuta di Artimino Vin Ruspo Carmignano Doc 2017
Da una zona dove il rosato non è moda recente ma è sempre esistito, un rosato chiaretto da Sangiovese, Cabernet S. e Merlot, ricco di ciliegia e fiori rossi, dal gusto pieno e sapido.

Vin Ruspo Tenuta di Artimino

Vin Ruspo Tenuta di Artimino

Cantalici, Petali 2017
Un rosato da Sangiovese alla …provenzale. Fugacissima sosta sulle bucce per un vino che alla cieca si scambierebbe per un bianco, tutto giocato su note di erba aromatiche (erba cipollina in primis). Decisamente fresco e molto sapido. Da inizio pasto.

Petali rosato di Cantalici

Petali rosato di Cantalici

Casa di Monte, Bruzzolo 2017
Ancora Sangiovese in purezza, ma dal taglio decisamente diverso. Colore più deciso, un profumo dominato dai frutti rossi (marasca, amarena, susina) ed un sorso decisamente caldo e avvolgente. Ah per inciso e curiosità il nome Bruzzolo si ispira al colore del cielo nelle ore del crepuscolo del mattino e della sera.

Bruzzolo rosato di Casa di Monte

Bruzzolo rosato di Casa di Monte

Castello di Meleto, Borgaio Rosato 2017
Rosa corallo. Una passeggiata di frutti rossi di bosco al naso ed in bocca dove il lampone la fa da padrone. Croccante e gustoso.

Borgaio rosato di Castello di Meleto

Borgaio rosato di Castello di Meleto

Fattoria Corzano e Paterno, Corzanello Rosato 2017
Ispirazione provenzale per il colore, buccia di cipolla molto scarico, e i profumi caratterizzati da un forte richiamo alle erbe aromatiche. Matrice toscana, decisamente chiantigiana al gusto per un rosato dal sorso pieno e caldo.

Corzanello rosato di Corzano e Paterno

Corzanello rosato di Corzano e Paterno

Fattoria Sardi, Fattoria Sardi Rosé 2017
Il più originale non foss’altro perché è un rosato da uve bianche e rosse, Vermentino e Sangiovese, per giunta affinati in barrique. E come se non bastasse è pure il vino di punta dell’azienda guidata da due giovani sposi diplomati alla Facoltà di Enologia di Bordeaux…e anche questo vorrà dire qualcosa oltre al fatto che in Lucchesia il clima è piuttosto freddo e piovoso. Un rosato tenue che si rivela carico di una freschezza fuori dal comune, note agrumate di pompelmo rosa e ribes bianco. Un vino bianco vestito di rosa.

Rosè di Fattoria Sardi

Rosè di Fattoria Sardi

Fattoria di Piazzano, Messidoro 2017
Sangiovese arricchito da una punta di Syrah. Rosato dal colore deciso, profumi lievemente speziati e un sorso caldo e avvolgente da abbinare a piatti di carne. Divertente co-protagonista di un gelato creato appositamente per l’occasione dal maestro gelatiere Vetulio Bondi.

Messidoro rosato di Fattoria di Piazzano

Messidoro rosato di Fattoria di Piazzano

 Panizzi, Ceraso rosato 2017
Sangiovese e, udite udite Merlot vinificato in bianco per un vino che nasce proprio come vino rosso da bere d’estate. Un rosato da salasso dal colore rosa intenso, ciliegioso e dalla personalità importante. Davvero un rosso estivo su carpacci o tonno scottato.

Ceraso rosato di Panizzi

Ceraso rosato di Panizzi

Poggio Bonelli, Cretum 2017
Sangiovese in purezza anche questo…ma tutto giocato su tocchi delicati, dal colore rosa tenue ai profumi di frutta a polpa bianca fino ad arrivare ad un gusto elegante e gentile…da bianco.

Cretum rosato di Poggio Bonelli

Cretum rosato di Poggio Bonelli

Tenuta Monteti, TM Rosato 2017
Dalla Maremma un rosato rosa confetto da uve Merlot e Cabernet Franc che regalano in primis un inebriante bouquet floreale e poi un sorso sorprendentemente fresco e nitido.

TM rosato di Tenuta Monteti

TM rosato di Tenuta Monteti

Val di Toro, Anna’s Secret 2017
Un vino dal nome accattivante che fa pensare a coppe diverse e magari anche più fascinose di quelle da vino. Un Sangiovese maremmano in cui i profumi della macchia mediterranea la fanno da padrone ravvivati da note salmastre che stuzzicano e amplificano la freschezza del sorso.

Anna's Secret rosato di Val di Toro

Anna’s Secret rosato di Val di Toro

 

Gli appuntamenti con le “Delizie di Leonardo” riprenderanno a ottobre 2018  a Villa Olmi Firenze.

 

 

Condividi.

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi.