Fattoria Betti nelle colline del Montalbano tradizione, modernità, qualità e arte

0

Abbiamo passato una fantastica  giornata in compagnia di Guido e Gherardo Betti i proprietari dell’omonima fattoria di famiglia. Con la degustazione di  tutti i vini prodotti abbiamo avuto la conferma della loro grande qualità e l’assoluta certezza che  in Toscana siamo capaci di fare degli ottimi vini bianchi e rosa.


La Fattoria Betti è una bellissima e inusuale costruzione liberty situata in un straordinario contesto collinare nella zona del Montalbano,  precisamente nel comune di Quarrata.
Guido Betti ci racconta la storia di questo particolare edificio e ci presenta i  vini realizzati con il fratello Gherardo che è anche l’enologo:

Guido e Gherardo Betti

Guido e Gherardo Betti

“La nostra cantina è ubicata in Toscana, precisamente a Quarrata, un piccolo paese della provincia di Pistoia noto per la produzione del vino Chianti Montalbano DOCG: Con mio fratello siamo complementari, io gestisco sia l’export (tra i Paesi in cui la cantina è presente come distribuzione si annoverano: Belgio, Olanda, Corea del Sud, Cina, Taiwan, Russia, Singapo- re, Malaysia) che le vendite in Italia e Gherardo mio fratello è l’enologo.

La Fattoria Betti a Quarrata

La Fattoria Betti a Quarrata

La cantina è probabilmente l’unica struttura in stile liberty costruita in Italia come cantina: l’edificio è datato 1903 e in passato era il luogo dove le fattorie vicine portavano le uve per la vinificazione.
La produzione totale è attualmente di 60.000 bottiglie, ma attualmente sono in corso dei nuovi impianti e in futuro la produzione totale potrà raggiungere 120.000-130.000 bottiglie.

L'uva della Fattoria Betti a Quarrata

L’uva della Fattoria Betti a Quarrata

 

Il sistema di allevamento delle viti è il cordone speronato, tipico in Toscana, mentre per le uve Trebbiano si usa il guyot: l’esposizione è a Nord, il clima è tipico della Toscana caratterizzato da un maggior freddo con una spiccata escursione termica giornaliera e il sottosuolo è caratterizzato dalla presenza di rocce rosse.”

“Ecco di seguito le nostre etichette di tutta la nostra gamma e alcuni dettagli tecnici (prima annata e bottiglie prodotte a seguito dell’ultima vendemmia)”

BIANCO DI TOSCANA IGT “CRETO DE’ BETTI”
(Prima annata: 2005 / Bottiglie: 4.000 / Chardonnay 70%, Trebbiano Tosca- no 30%) Il nome “Creto” trae origine da “creta”, tipico nome toscano usato per indicare l’argilla, che è la tipologia di suolo dove le uve crescono.

Creto De' Betti

Creto De’ Betti

BIANCO DI TOSCANA IGT “PAGRO DE’ BETTI”
(Prima annata: 2012 / Bottiglie: 1.500 / Chardonnay 70%, Trebbiano Toscano 30%) L’affinamento prevede almeno sei mesi in tonneaux e cinque mesi in bottiglia.

Pagro De' Betti

Pagro De’ Betti

CHIANTI MONTALBANO DOCG
(Prima annata: 2003 / Bottiglie: 20.000 / Sangiovede 90%, Canaiolo e Colo- rino 10%) “Montalbano” è l’area del Chianti conosciuta per la mineralità con- ferita dalle rocce rosse, che presentano una particolare combinazione del sottosuolo.

Chianti Montalbano Betti

Chianti Montalbano Betti

CHIANTI MONTALBANO DOCG RISERVA
(Prima annata: 2003 / Bottiglie: 5.000 / Sangiovese 90%, Canaiolo 8%, Ca- bernet Sauvignon 2%) L’imbottigliamento viene effettuato nel mese di Aprile, due anni dopo la vendemmia: noi consideriamo il concetto di “Riserva” come quello di vino particolarmente elegante.

ROSSO DI TOSCANA IGT “PRUNIDEO”
(Prima vendemia: 2003 / Bottiglia: 15.000 / Sangiovese 90%, Cabernet Sau- vignon 10%) “Prunideo” è il termine botanico usato per indicare i frutti con il nòcciolo, tipici dell’area dove la vigna è situata (ad esempio, ci sono molti olivi nei dintorni).

ROSSO DI TOSCANA IGT “SEMEL”
(Prima annata: 2009 / Bottiglie: 1.500 / Merlot 100%) Il nome significa “una sola volta” nella lingua latina: questo vino venne prodotto per la prima volta per puro caso, e il risultato fu così convincente che Guido e Gherardo decisero di inserirlo nella gamma.

ROSE’ DI TOSCANA IGT “CAPRONE”
(Prima vendemmia: 2016 / Bottiglie: 4.000 / Sangiovese 100%) La prima annata ufficiosa fu la 2015, quando il vino venne prodotto soltanto per un clien- te estero che aveva una barba che lo faceva assomigliare ad un maschio di ca-pra (“Caprone” in italiano vuol dire “maschio della capra”) e il nome venne dato in suo onore. Da quel momento iniziò la produzione regolare e il divertente nome rimase.

La gamma Betti

La gamma Betti

FATTORIA BETTI
Via Boschetti e Campano, 66 – 51039 Quarrata (PT) ITALIA
info@fattoriabetti.it -Instagram: @fattoriabetti – www.fattoriabetti.it

Condividi.
Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA