Verticale della Bistecca da Cipolla Rossa a Firenze

Nella  verticale della bistecca, con tre  razze a confronto, la "Maremmana" trionfa.


Si è svolta lo scorso 24 novembre il primo appuntamento dedicato alla Verticale della Bistecca.

E' stato un grande piacere e onore partecipare  a questa cena speciale all’Osteria Cipolla Rossa con alla  tavola 10 ospiti selezionati.

Protagonista indiscussa della serata e stata la Bistecca. Una serata all’insegna dell’entusiasmo che anima il Cipolla Rossa alla ricerca delle materie prime di eccellenza.



L’idea di questa serata nasce dai soci Marco Benvenuti e Massimo Manetti, della Macelleria Manetti Massimo, di voler dedicare la giusta attenzione ad oltre 15 anni di attività di Cipolla Rossa lavorati con materie prime di alta qualità. Una su tutti la carne.


La Macelleria Manetti Massimo da cinque generazioni lavora le carni all’interno dello Storico Mercato Centrale. Una storia nata in periferia nel 1892 e arrivata nel cuore di Firenze al Mercato Centrale divenendo negli anni punto di riferimento delle famiglie fiorentine e dei migliori ristoranti della Toscana.


La Verticale di Bistecca è stata l’occasione per degustare, conoscere con consapevolezza la provenienza, la sapidità e tutte le caratteristiche delle più ricercate e famose razze per diffondere la conoscenza del piatto per antonomasia che rappresenta l’intera città. 



Proprio durante la serata Manetti ha sottolineato: “a Firenze c’è la Bistecca, come la tradizione ci insegna. Il nome Bistecca alla Fiorentina è venuto dopo come ritroviamo nell’Artusi. La Bistecca può essere nel filetto o nella costola. Denominatore comune lo spessore e la cottura al sangue. Nella costola la presenza dei grassi assicura maggiore sapidità e più tenerezza. Per noi la bistecca più buona e più saporita è nella costata”.




Sono state portate in degustazione tre tipologie di razze: Maremmana, Black Angus e Chianina precedute da una introduzione sulle loro principali caratteristiche e peculiarità sull’origine. Ogni razza in degustazione è stata accompagnata da una selezione di vini del Colombaio di Cencio. 

Le tre bistecche assaggiate erano estremamente buone, gustose e cotte in maniera impeccabile. Abbiamo potuto apprezzare sapori e consistenze diverse , varianti date dalla razza dell'animale, dal luogo del pascolo, dal fatto che sia maschio o femmina e dalla frollatura.

Abbiamo apprezzato molto le spiegazioni al riguardo che solo un grande professionista può dare e Massimo Manetti ha dimostrato tutta la sua competenza in materia.

La bistecca che comunque ha conquistato il podio di questa "gara" a tre è stata la "Scottona" femmina  di razza "Maremmana" con una frollatura di 15 giorni.


La "Verticale della Bistecca" è stata una prima divertente occasione per riunire appassionati e cultori del buon mangiare che promette già prossime date visto l’alto gradimento.





condividi il post

naviga il blog

post più recenti

consigli per i lettori

Tags

categorie

post correlati

seguici sui social