Manuale di conversazione sulla fumata perfetta


Manuale di conversazione sulla fumata perfetta 

di Andrea Gori, Giuseppe Balzano, Gianluca Sansone 


Andrea Gori da "Bon vivant" quale è non poteva trascurare il gusto del fumo, non quello demodè della sigaretta ma quello assai più blasonato e elitario del sigaro di qualità, mai passato di moda.

Perchè il sigaro non si fuma nervosamente e meccanicamente, il sigaro ha bisogno della sua calma,  della gestualità appropriata e anche di un buon abbinamento alcolico, tutto questo lo scopriremo leggendo questo godibilissimo manuale.

.

Confesso che pur avendo smesso di fumare tanti anni fa....

Il libro

Vi siete mai chiesti come è fatto un sigaro? Quale tipo di sigaro è il più adatto a voi e, soprattutto, con cosa potete abbinarlo?
Se la risposta è sì, questo è il manuale fatto su misura per voi, amanti del sigaro, desiderosi di conoscerlo più a fondo. Il libro percorre quella che è la storia di questo prodotto, dai primi puros di Cuba, patria del sigaro, fino alle varietà che potete trovare in Italia, una su tutte il popolarissimo Toscano. Oltre a ciò, troverete dei suggerimenti di sigari più o meno conosciuti, da scegliere a seconda del vostro gusto personale e da abbinare a vini, liquori o distillati. 

Titolo: Manuale di conversazione sulla fumata perfetta Autore: Andrea Gori, Giovanni Balzano, Gianluca Sansone Pagine: 144
Prezzo di copertina: 13,00 euro 

TRENTA EDITORE 

Il libro è in vendita in libreria e sui principali siti di vendita online. 

Andrea Gori nella foto che fuma


Abbinamento tratto dal libro 

Dom Perignon P2 2002 (o 2000) & Mombacho Liga Maestro 

Produttore: Mombacho
Sigaro: Hermoso
Vitola: Corona Larga
Dimensioni: cepo 46 x 120 mm di lunghezza 

Il nostro sigaro è un Liga Maestro Hermoso, un corona larga di cepo 46 x 120 mm di lunghezza, con un blend classico Mombacho. Al colore è de- cisamente scuro e riconoscibile, molto pepato già da crudo: catrame, humus, castagno, nocciole e cacao amaro. Non è intensissimo, ma il suolo vulcanico del Nicaragua dona sapidità minerale anche al naso. Parte, infatti, leggero col pepe nero, il cacao bianco e la foglia di noce e prende poi slancio quasi subito tra noci, datteri e ammoniaca leggera. Il centro sigaro è molto forte e deciso, quasi amarognolo. Nella parte finale risulta estremamente salato, speziato e terroso, chiudendo sempre col pepe nero. 

Non è un sigaro per neofiti, ha grande personalità e forza che lasciano i meno esperti molto sorpresi. Da evitare a stomaco vuoto e al mattino, ma ottimo dopo un pasto e durante dei pomeriggi in relax. 

Per accompagnarlo, data la forza, proponiamo uno Champagne con qualche anno dal dégorgement, o un millesimato piuttosto risalente.
In questo caso puntiamo in alto con il Dom Perignon P2 2002 o 2000 (vini che hanno sostato sui lieviti per decenni, acquisendo definizione e piace- volezza stratificata come il sigaro). 

In particolare, abbiamo un debole per P2 2002, un vino dorato e lunare, dalle note di frangipane floreale sottile, ma penetrante gelsomino e zagara, zenzero, nocciole e lieve nota di caramello salato, tabacco biondo e sesamo, orzo tostato e mirra. Chiude con un sapore di rosa candita, lychee e frutto della passione: energia concentrata che mette a dura prova la stoffa del sigaro. 


GLI AUTORI 

Andrea Gori, quarta generazione di una famiglia di ristoratori
a Firenze con la Trattoria da Burde dal 1901, è il primo a occuparsi seriamente di vino. Biologo, ricercatore e genetista, nel 2009 fonda Dissapore.com e in seguito Intravino.com. Scrive su riviste come Business People,Voilà e SpiritoDiVino e nel 2015 dà vita a God Save The Wine, un festival dedicato al vino. Dal 2018 è Maestro di Sigaro e Catador per il Cigar Club Le Cigarò di Firenze. Giuseppe Balzano, esperto di vini, racconta storie sui suoi viaggi, esperienze e degustazioni su Zombiwine.com, dove discute di tematiche legate al vino e ai suoi produttori attraverso recensioni e approfondimenti di vario genere.
Gianluca Sansone, proprietario del Sansone The Smoking Store a Roma. Specialista nella vendita di pipe e sigari, tratta, tra
gli altri, marchi prestigiosi come Dunhill e Castello. Orgoglioso ambasciatore di Davidoff in Italia e specialista di Habanos. Organizza, inoltre, cigar catering per ogni tipo di evento, cercando di cucire un servizio ad hoc per il cliente. 

    



L'Editore

TRENTA EDITORE nasce nel 2004 con uno scopo ben preciso: diffondere la cultura del cibo con emozione e passione, attraverso una proposta editoriale innovativa e creativa. Non a caso il primo libro edito, Gli Chef del Vino, raccontava per la prima volta l’ingresso dell’alta ristorazione nelle aziende vinicole italiane: il successo è stato immediato. Da allora il catalogo della casa editrice si è ampliato di collana in collana fino a diventare un vero e proprio hub di cultura del cibo in ogni sua forma. 

Fondatore e amministratore di Trenta Editore è BARBARA CARBONE, giornalista professionista e autrice, prima ancora di questa esperienza diretta nel campo editoriale, di molti libri di cucina. Orgogliosa delle sue origini napoletane, è da sempre una grande appassionata di cucina e di vini da ogni
parte del mondo perché “la buona tavola fa incontrare persone, suscita emozioni e stimola nuove idee.” 


condividi il post

naviga il blog

tag del post