Il Tocco di Campotondo


IL TOCCO RISERVA 2017 ORCIA SANGIOVESE DOC DI CAMPOTONDO PREMIATO CON LE 4 VITI DELLA GUIDA VITAE 2022


4 viti, la più importante assegnazione di qualità riconosciuta dalla Guida Vitae 2022 AIS con 887 vini premiati, di cui 134 toscani. Tra questi, spicca Il Tocco Riserva 2017 di Cantina Campotondo, sotto la DOC Orcia Sangiovese.


Una grande soddisfazione per la famiglia Salviucci, titolare della piccola azienda (2.5 ha per circa 10.000 bottiglie prodotte) che sorge esattamente a Campiglia d’Orcia, un borgo medievale arroccato in cima a un’altura, tra la valle e le pendici del Monte Amiata, posto all’estremo sud della zona di produzione sotto la denominazione Orcia, all’interno del Parco della Val d’Orcia, incluso tra i siti Unesco dal 2004.

Il Tocco Riserva Orcia Sangiovese DOC è un vino estremamente emblematico dell’approccio di Campotondo nella produzione e nella rappresentazione del terroir. 90% sangiovese con saldo di colorino da terreni ricchi di scheletro minerale costituito da argilla, limo e sabbia, conferiscono al vino struttura e potenza, eleganza e grande equilibrio di bocca.

Frutto della selezione di uve di un singolo vigneto (coltivato ad alberello) e di minuziose cure in vigna e in cantina, Il Tocco Riserva viene prodotto solo nelle annate perfette che consentono di ottenere vini di massima qualità, capaci di sfidare il tempo. Grazie all’equilibrio in cui potenza ed eleganza vanno a braccetto, si esprime così il potenziale più alto del sangiovese d’altura.

L’affinamento è di almeno 24 mesi in barrique e tonneaux di rovere francese, cui seguono almeno 6 mesi in bottiglia prima della messa in commercio. Profondo, avvolgente, ricco di note fruttate di bosco e tocchi speziati che, uniti a sentori di macchia mediterranea, spingono un sorso equilibrato tra rotondità, corpo, trama tannica di estrema finezza e freschezza balsamica sul finale.


Il massimo riconoscimento all’azienda toscana da AIS - Associazione Italiana Sommelier-

nell’ottava edizione di Vitae La Guida Vini, per la grande qualità della Riserva a denominazione  Orcia Sangiovese


Un vino capace di donare immense soddisfazioni al degustatore, sia da giovane, esaltandone l’intensità aromatica e la vulcanica complessità, ma ancora di più se lasciato riposare qualche anno in cantina, per scoprirne l’evoluzione e il potenziale di invecchiamento.

La filosofia produttiva di Campotondo si basa su tre solidi princìpi: sostenibilità, artigianalità, territorialità. Sostenibilità, perché vengono seguiti pedissequamente i cicli della natura, rispettando la terra, preservando e sostenendo la biodiversità, al fine di garantire un futuro al progetto vinicolo aziendale, lavorando in armonia con l’ecosistema circostante. Artigianalità, perché tutte le fasi del lavoro, sia in vigna che in cantina, sono seguite direttamente dalla famiglia Salviucci, (Elena e suo padre Paolo in primis, che insieme conducono l’azienda), avendo cura di ogni dettaglio per poter garantire l’assoluta qualità dei vini. Territorialità, perché “il vino - secondo Elena- deve rappresentare genuinamente la natura della sua zona di produzione, permettendo non solo di ritrovarla senza dubbio alcuno nel calice, ma anche di esaltarla al massimo”

Nelle foto Elena Salviucci

Winelovers, stampa ed operatori avranno subito la possibilità di assaggiare il premiato Tocco Riserva 2017, durante la 20^ edizione dell’evento L’Eccellenza di Toscana organizzato da AIS Toscana, in calendario sabato 4 e domenica 5 dicembre presso la Stazione Leopoloda di Firenze (orario 10.00-19.00), dove Elena Salviucci sarà presente al desk Campotondo, bel lieta di far assaggiare i propri vini al grande pubblico.


condividi il post

naviga il blog

tag del post